Killed by Google – Tutti i progetti non sopravvissuti

Killed by Google – Tutti i progetti non sopravvissuti

Anche quest’anno Google ha comunicato che alcuni dei suoi prodotti di alto profilo sono destinati ad una tomba precoce, prodotti per i quali l’azienda aveva grandi aspettative e speranze iniziali, come il servizio di posta elettronica Inbox e Google+ il social dalle grandi pretese e concorrente di Facebook.

Google d’altro canto ha pensato, creato e gestito tanti esperimenti nel corso degli anni e sponsorizzato prodotti, app e servizi che però non hanno funzionato come previsto, così si è finito per costruire un cimitero piuttosto affollato pieno di ambizioni fallite. Forse tra questi “defunti” ci sono anche alcuni progetti che hai amato e molti sono ancora frustrati dalla scelta di Google di “averli uccisi” precocemente.

KilledbyGoogle.com – Lista dei progetti non sopravvissuti

Per tenere traccia di tutto questo, uno sviluppatore ha creato un elenco open source chiamato “Killed by Google” una pagina che raccoglie tutti questi sforzi che nel corso degli anni hanno caratterizzato le aziende Google.

L’elenco è semplicemente una carrellata di tutte quelle precedenti proprietà di Google, elencate con l’icona di una lapide accanto a loro e seguite dagli anni di operatività e da una breve descrizione. KilledbyGoogle.com è un elenco gratuito e open source di prodotti, servizi e dispositivi Google morti e questo sito vuole semplicemente essere un tributo e un memoriale di prodotti e servizi amati, ma uccisi precocemente dal motore di ricerca.

“Spesso ci abituiamo alle app, ai servizi e ai dispositivi che utilizziamo come parte della nostra routine. Veniamo a conoscere le loro caratteristiche, le loro stranezze e come una relazione, ci colpisce profondamente, quando non sono più tra noi”, così ha commentato il creatore di questa pagina.

Per scoprire tutti i servizi non più disponibili visita KilledbyGoogle.com



Altri contenuti che potrebbero interessarti:

, ,