Installare OS Sierra su Macbook non supportati

Installare OS Sierra su Macbook non supportati

Per la prima volta, dal rilascio nel lontano 2012 di OSX 10.8 Mountain Lion, MacOS 10.12 Sierra ha cambiato i requisiti minimi ufficiali di installazione, lasciandosi dietro alcuni vecchi Macbook ed iMac, nonostante questi siano perfettamente in grado di far girare tale sistema e tutte le sue nuove funzionalità.

MacOS Sierra Patch Tool è un’app non ufficiale che consente l’installazione di Sierra su numerosi device non supportati tra cui Macbook, iMac e MacPro 2008 o successivi.

Nello specifico i computer Mac supportati per installare in modo non ufficiale Sierra tramite questa patch sono:

– Mac Pro, iMac, o MacBook Pro Early-2008 o successivi
– MacBook Air o Unibody MacBook alluminio Late-2008 o successivi
– Mac Mini o Macbook White Early-2009 o successivi

Questo screenshot può mostrarvi quali funzionalità potreste perdere dopo l’aggiornamento (il wi-fi è uno di questi) e se la vostra CPU è supportata. Notare che sono necessari almeno 2GB di RAM.

screen_shot_2016_06_15_at_1_48_41_pm

Installare MacOS Sierra su Macbook non supportati

Geekoo non si assume nessuna responsabilità. Considera questa guida a solo scopo informativo. Crea sempre un backup e assicurati di avere CD di ripristino nel caso in cui qualcosa non vada come previsto. Se non sei sicuro di cosa stai facendo, aggiorna semplicemente all’ultimo sistema OSX supportato.

Requisiti:

1 – MacOS Sierra Patcher Tool for Unsupported Macs.

scaricaxmac

2 – Copia ufficiale di MacOS Sierra – Installer App. Questa può essere ottenuta dal Mac App Store utilizzando una macchina che supporta Sierra, oppure è possibile utilizzare l’opzione “Scarica MacOS Sierra” dalla vostra macchina non supportata. Per farlo, basta avviare la patch prima scaricata e spostarsi in Strumenti > Scarica MacOS Sierra nella barra dei menu. In alternativa, è possibile scaricare una copia qui.

sierra-patch

3 – Una pendrive o supporto USB di almeno 8 GB.

4 – (opzionale) Dopo l’installazione di Sierra potete scaricare MacOS Sierra Software Update Patch Tool che vi permetterà di installare aggiornamenti del sistema su macchine non supportati.

Installazione:

1 – Inserire l’unità USB desiderata, aprire Utility Disco, e formattarlo come Mac OS Extended (Journaled).

step1

2 – Aprire lo strumento “MacOS Sierra Patcher” e cercare la copia del MacOS Sierra Installer App precedentemente scaricata.

step2

3 – Verificare che lo strumento verifichi con successo l’applicazione.

step3

4 – Selezionare l’unità USB nella lista volume di destinazione e fare clic su “Start Operation” per copiare il file di installazione sulla pendrive.

step4

5 – Al termine dell’operazione, riavviare il Mac tenendo premuto il tasto ALT per entrare in modalità installazione da USB.

step5

Attenzione! Perderete ogni app e documenti installato o presente sul vostro Mac. Seguendo questa guida dovrete necessariamente effettuare un’installazione pulita di Sierra.

6 – All’avvio del programma di installazione, aprire Utility Disco.

step6

7 – Selezionare il disco o la partizione che si desidera installare, e cancellarlo, assicurandosi di utilizzare Mac OS Extended (Journaled) come tipo di filesystem. Se la formattazione riguarda un’intera unità, assicurarsi sia selezionata la voce GUID.

step7

8 – Installare MacOS normalmente sul volume appena cancellato. Quando l’installazione sarà terminata, riavviare di nuovo tramite l’unità di installazione. Questa volta, aprire “MacOS post Install” come da immagine:

step9

9. Nell’applicazione, selezionare il modello Mac che si sta utilizzando. Le patch ottimali saranno selezionati per voi in base al modello selezionato. È anche possibile selezionare altre patch a vostra scelta.

schermata-2016-09-21-alle-10-53-32

10 – Selezionare il volume in cui avete appena installato MacOS Sierra, e fare clic su “Patch”. Quando l’operazione di patch sarà terminata, fare clic su “Reboot” per riavviare il computer.

11 – Potrebbe essere necessario qualche minuto prima del riavvio. Se per qualche motivo il sistema non riesce a funzionare correttamente dopo il riavvio, eseguire nuovamente la patch e selezionare “Forza ricostruzione della Cache” prima di riavviare. Questa operazione non è necessaria nella maggior parte dei casi.

11. Al riavvio avrete completato l’installazione di MacOS Sierra, perfettamente funzionante (con l’eccezione di WiFi su alcuni sistemi).

step12



Altri contenuti:

, , , , , , ,

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Visitandoci o continuando a navigare accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi