Screenshot di un computer di Anonymous

Screenshot di un computer di Anonymous

Anonymous, alla continua segnalazione di nuovi account ISIS su Twitter, aggiunge una vera lotta ai domini del califfato.

L’obiettivo è rendere inaccessibili i siti web, bucandoli e cambiando le impostazioni che collegano il dominio al server, in modo da renderli non raggiungibili.

In altri casi, quando possibile, si tenta anche di distruggere i contenuti disponibili, eliminandoli o criptandoli.

Il nuovo TAG che spopola su Twitter, legato alla segnalazione di domini bucati è #TangoDown. Tra i tanti screenshot di domini non più disponibili, uno balza all’occhio e mostra un monitor Anonymous che tenta, con successo di bucare, simultaneamente un indirizzo IP.

Clicca l’immagine per ingrandire tramite Twitter.

Anonymous



Altri contenuti:

, ,

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Visitandoci o continuando a navigare accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi