Eyeblaster: Errore 404 per addineyev2.html

Eyeblaster: Errore 404 per addineyev2.html

Guardando le statistiche di accesso ai contenuti in Google Analytics, ho notato che alcuni visitatori del nostro sito accedono a una pagina particolare indicata come /eyeblaster/addineyev2.html

Ero abbastanza sicuro di non avere un tale pagina su WordPress, ma ho pensato che sarebbe stato meglio ricontrollare perché non è la prima volta che qualcuno viola un mio dominio, infettandolo e causandomi noiosi problemi con il centro sicurezza di Google.

Raggiungendo l’indirizzo vengo però reindirizzato ad una pagina di errore 404. E’ strano che nonostante questo URL non esista molti dei miei visitatori vengano reindirizzati a questa pagina. Il traffico non è affatto alto (non più di 3 pagine viste al giorno), ma la mia paura è quella di vedere un’incremento significativo di pagine 404, come tanti utenti (con il medesimo problema) hanno effettivamente riscontrato.

Metà dei visitatori proveniva da una pagina precedente e mezzo dall’esterno. La distribuzione delle pagine precedenti è stato abbastanza casuale, quindi non è sicuramente legato a pagine specifiche o a miei errori nel linkare qualche pagina interna al sito.

In realtà la maggior parte dei visitatori lasciano il nostro blog, una volta reindirizzati a questa pagina. Ho ricercato a lungo informazioni su Google, ma le informazioni trovate non sono recenti e spesso discordanti. Continuando a ricercare una soluzione al problema, ho trovato una utile pagina di supporto di Google a riguardo:

Gli iframe buster o file stub vengono solitamente utilizzati in combinazione con le creatività Flash pubblicate all’interno di un’area annuncio implementata in un iframe. Se il tuo sito web implementa i tag negli iframe, noterai che alcune creatività, come le creatività Flash, non vengono visualizzate ma viene invece pubblicato il file GIF di backup. In questo caso, è possibile che tu debba caricare un “iframe buster” o file stub sul tuo server web. Questi file sono forniti da ad server di terze parti e da rivenditori di creatività personalizzate.
Se gestisci il traffico di una creatività EyeBlaster Flash come tag di terze parti, dovrai inserire il file addineyev2.html in www.example.com/eyeblaster/addineyev2.html

Il codice per addinexev2.html ha una struttura semplice e prevede il caricamento di un file JavaScript (rimuovete gli spazi):

< HTML >
< HEAD >
< /HEAD >
< BODY style=margin:0;padding:0>

< /BODY >
< /HTML >

Se si aggiunge questa pagina HTML, si dovrebbe anche avere evitare che i motori di ricerca di indicizzare la pagina aggiungendo quanto segue al file robots.txt:

Disallow: /eyeblaster
Disallow: /addineyeV2.html

Oppure aggiungendo il seguente metatag alla sezione di testa di questa pagina HTML:

Se lo script fosse effettivamente ospitato da Google avrei potuto fidarmi, ma non essendo questo il caso, non mi sentivo a mio agio ad aggiungere un tale pagina web sul mio dominio (soprattutto dal momento che si tratta di JavaScript proveniente da un sito di terze parti).

Ho cercato quindi un’altra soluzione.

Guardando il file JavaScript di riferimento, ho scoperto che sembra essere collegato alla rete AD MediaMind, partner di Google Adsense. Quindi, anziché aggiungere un file HTML di dubbia provenienza al sito web, si può scegliere di bloccare gli annunci di questa rete. Penso però che una rete che ti costringe ad aggiungere file al tuo sito dovrebbe essere bloccata di default da parte di Google. Ma dal momento che non lo hanno fatto, dovremo farlo manualmente dal nostro account Google Adsense.

Per bloccare questa rete, spostiamoci in Adsense su “Consenti e blocca annunci”. Sulle tab presenti, spostiamoci ancora su “Reti pubblicitarie” e ricerchiamo “MediaMind” nella casella di ricerca. Disabilitiamo tutte le reti cliccando sul pulsante verde.

bloccare_mediamind_adsense

Sospetto che altre reti utilizzino questo script. In alternativa si potrebbe anche creare un redirect da 404 a Homepage. Molti siti hanno riscontrato questo tipo di problema. Provate ad esempio a dare un’occhiata al file robots di mashable.com all’indirizzo mashable.com/robots.txt



Altri contenuti:

,

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Visitandoci o continuando a navigare accetti il loro utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi